Posts made in febbraio, 2010

Let’s Movie VI

Let’s Movie VI

Cari Fellows,

Due comunicazioni ufficiali:

  1. Un caldo benvenuto ad Anna, cugina della nostra Zumizu e nostra nuova Fellow. Welcome to Let’s Movie, Anna!
  2. Un sentito ringraziamento a Michela, Alessia e Matteo per aver presenziato alla proiezione di “Terra Madre” mercoledì scorso. Olmi poteva offrirci di meglio, su questo abbiamo convenuto all’unanimità… Ma come si suol dire, non tutto il male viene per nuocere: l’irrequietezza di Michela le ha fatto bruciare più calorie da seduta che durante le running sessions con la sua valentissima personal trainer (io).

Dopo aver attentamente valutato l’offerta cinematografica trentina per la settimana, Let’s Movie propone due lungometraggi brevi per la serata di mercoledì, sempre al Teatro Cuminetti:

  1. FALSOS POSITIVOS
    di Simone Bruno e Dado Carillo (Italia/Colombia/USA, 2009, 55′)
    Ore 21:30
  2. WHY DO JAMAICANS RUN SO FAST?
    di  Miquel Galofré (Spagna, 2009, 61’)
    Ore 22:30

Io sono molto incuriosita da WHY DO JAMAICANS RUN SO FAST?, ma dato che ci sono, guarderò anche FALSOS POSITIVOS…
Qualora invece foste interessati ad assistere al funerale del cinema italiano, consigliamo SCUSA SE TI VOGLIO SPOSARE di Federico Moccia al Supercinema Vittoria.

Come sempre trovate i riassunti dei film in calce.
E come sempre, saluti cinematografici a tutti.
Grazie,

Let’s Movie
The Board

FALSOS POSITIVOS: Attraverso il viaggio di un uomo e una donna che reclamano il corpo del loro amati fratello e marito, emerge in Colombia uno scandalo nelle sue tragiche dimensioni. Quello dei “Falsos Positivos”, più di 1600 innocenti (spacciati per guerriglieri) uccisi dall’esercito Colombiano, a dimostrazione dei risultati positivi della loro lunga guerra contro i guerriglieri della FARC. Tra le testimonianze quelle di un ex generale, di reclutatori e vari membri della società civile.

WHY DO JAMAICANS RUN SO FAST?: Agosto 2008. Capeggiati dal più veloce uomo sulla terra, Usain Bolt, gli atleti giamaicani vincono le gare di sprint delle olimpiadi di Pechino. Infrangono i record mondiali e sfidano la logica. Nessuna superpotenza mondiale può contrastare le vittorie della piccola isola dei Carabi. Avvicinandosi alla cruda realtà che forma questi giovani atleti, il film racconta la storia di sei medaglie d’oro, rivelando come la musica e l’atletica siano diventate possibili vie d’uscita dalla povertà e dalla violenza in Jamaica.

GD Star Rating
loading...
GD Star Rating
loading...
Read More

Let’s Movie V

Let’s Movie V

Cari Fellows,

Due comunicazioni ufficiali:

  1. Let’s welcome Sarunas Zableckis (CREATE-NET) to Let’s Movie! We are pleased to have you on board, Sarunas. Let’s Movie is the first club combining the passion for movies with movement (getting out of our home-sweet-home in Trento’s winter…). I am afraid Let’s Movie speaks in Italian ? yet Mat told you ARE fluent in our language… If you have queries though, please feel free to write back and ask!
  2. Finalmente una parola gentile da una Fellow! Il Board ringrazia di cuore la Cap ? Fellows, imparate un po’…

Orgogliosa di avervi visto numerosi alla proiezione de “Il concerto” ? ma dispiaciuta del ritardo della Zumizu che le è valso la proiezione ? il vostro Board ha valutato la richiesta di leggerezza espressa da alcuni Fellows, nello specifico Pao & Mic ? il cui anonimato, per la politica della trasparenza perseguita da Let’s Movie, NON viene rispettato ? ma propone, ciononostante, un documentario 🙂 (Il Board è il Board…):

TERRA MADRE
di Ermanno Olmi, Italia 2009, 78’
Mercoledì 17, ore 21:30
Teatro Cuminetti, Via S. Croce 5

Come sempre, in calce il riassunto del film…
Mi raccomando, Fellows, LET’S MOVIE…

Saluti cinematografici

Let’s Movie
The Board

TERRA MADRE: Documentario su uno dei temi caldi della discussione mondiale sul futuro di questo pianeta: il cibo. Il regista pone diversi punti di riflessione sui risvolti politici, economici, sociali ed ecologici legati a tale tema, nella speranza che il film contribuisca a sviluppare il dibattito internazionale ed a sviluppare la consapevolezza che non si può più rimandare una presa di coscienza da parte di tutti…

GD Star Rating
loading...
GD Star Rating
loading...
Read More

Let’s Movie IV

Let’s Movie IV

Care Fellows, caro Fellow,

Di seguito alcune comunicazioni ufficiali:

Cavallapazza Cavalleri, questo assenteismo non va bene… Né tantomeno le critiche sollevate alla RICCA scelta proposta dal Board… Rimango pur sempre la tua cara Musky, quindi, vedi di farmi contenta, e materializzati questa settimana.
Un’altra che DEVE assolutamente materializzarsi è l’arcense… Katrin, qui cominceranno a pensare che mi sia creata un indirizzo email farlocco e che assuma l’identità di Katrin Lunelli per rimpolpare la Mailing-list (son diffidenti, qui a Trento…)… Vediamo di smentirli tutti, eh?!
Mic, superando i pregiudizi verso il povero Professor Falconer e presenziando alla proiezione di “A Single Man”, non hai fatto che riconfermare la stima del Board nei tuoi confronti ? il posto di Honorary Member non te lo toglie nessuno.
Zumizu&Mat, il Board è particolarmente orgoglioso di avervi entrambi on board (pure i giochi di parole…): siete i cinefili ufficiali di Let’s Movie, Zumizu per lavoro (e per passione) e Mat per formazione (e per passione, of course). Vedete di rimanere fedeli, però… Il Board è magnanimo, ok, ma anche molto molto signorinarottermeieriano… So, watch out…!
A questo proposito, Nicolini Alice e Capozzi Alessia mancano all’appello…. Ma siamo certi che non potranno latitare in eterno, e che questa settimana ci degneranno della loro presenza…
Ok, so che morite dalla voglia di scoprire cosa Let’s Movie ? unica rassegna votata al cinemovimento ? ha in serbo per voi…
Dunque, giovedì 11, finalmente…

IL CONCERTO
di Radu Mihaileanu, 2009, 120′
Cinema Astra
Ore 21:00

Vi ringrazio, cari Fellows, e spero di vedervi tutti!
Riassunto in calce e saluti cinematografici,

Let’s Movie
The Board

IL CONCERTO: Un osannato direttore d’orchestra dell’orchestra Bolshoi di Mosca viene allontanato in epoca comunista per essersi rifiutato di licenziare i musicisti ebrei. Venticinque anni dopo l’uomo lavora ancora in teatro come custode e aiuta la moglie a movimentare finte manifestazioni d’orgoglio ex-comunista. Un giorno intercetta un invito per il teatro Chatelet di Parigi e decide di riscattarsi dalle umiliazioni con l’inganno, accettando l’ingaggio al posto dell’orchestra ufficiale. Riunisce così i vecchi compagni di concerto e qualche improbabile new entry.

GD Star Rating
loading...
GD Star Rating
loading...
Read More

Let’s Movie III

Let’s Movie III

Comunicazione ufficiale alle care non-frequentanti con obbligo di frequenza.

Dopo aver affrontato il gelo di Trentostile in BICICLETTA per vedere “La prima cosa bella”, e dopo aver brillantemente ovviato alla carenza di parcheggi del centro per vedere “Il nastro bianco” (con i suoi 145 minuti di esilarante tragedia), Michela Baschirotto detta Mic è stata nominata Honorary Member del Board di Let’s Movie ? a insindacabile giudizio del Board stesso, of course.
Congratulations Mic! E voi, care non frequentanti, vedete di seguire l’esempio, invece di torturarvi dall’invidia… (eh eh…).

Rassegna dedicata al cine-movimento, Let’s Movie questa settimana si svincola dalle solite sale main-stream e propone:

“Cosmonauta” – di Susanna Nicchiarelli (Italia 2009).
Teatro Concordia di Povo, via della Resistenza 15, Povo.
Ore 20.30

PREMIO COME MIGLIOR FILM ALLA 66MA MOSTRA INTERNAZIONALE D’ARTE CINEMATOGRAFICA DI VENEZIA (2009) NELLA SEZIONE ‘CONTROCAMPO ITALIANO’.

Se non volete svincolarvi dalle sale main-stream, il Board vi propone:

“A Single Man”
di Tom Ford
Cinema Astra, giovedì, orario da confermare.

In calce le sinossi dei film… (Because Let’s Movie cares about your preparation…).

Saluti cinematografici

Let’s Movie – The Board

COSMONAUTA – È il 1957, la cagnetta Laika è stata appena mandata nello spazio dai sovietici, Luciana ha nove anni e sul più bello scappa dalla cerimonia della comunione: “Io là non ci torno perché sono comunista!”. È stato suo fratello più grande a trasmetterle la passione per la politica: un ragazzo strano, Arturo, che vive in un mondo tutto suo, forse per colpa delle medicine che prende per l’epilessia. In famiglia poi, la ragazza non fa altro che litigare: non sopporta il patrigno, la sua casa, i suoi soldi, e il modo in cui cerca di farle da padre. A quindici anni Luciana è già entrata a far parte del circolo della FIGC locale, nella sezione che frequentava suo padre, morto ormai da tanto tempo e che tutti ricordano come un “vero comunista”. Con i giovani compagni di partito Luciana vive i suoi primi amori e i suoi primi tradimenti, combinando guai a più non posso.

A SINGLE MAN – Il film è tratto dall’omonimo romanzo di Christopher Isherwood.
Ambientato a Los Angeles nel 1962 durante la crisi dei missili successiva all’invasione USA a Cuba, “A Single Man” è la storia di George Falconer, un professore inglese di 52 anni che cerca di dare un senso alla propria vita dopo la morte del suo compagno Jim. George indugia nel passato e non riesce a immaginarsi un futuro, ma una serie di eventi e di incontri lo porteranno a decidere se ci sia o no un significato nel vivere senza Jim. George viene confortato da una cara amica, Charley, una bella donna di 48 anni a sua volta assalita da dubbi sul futuro. Kenny, un giovane studente di George alla ricerca di una ragione che giustifichi la sua natura omosessuale, perseguita il professore identificandolo come anima gemella.

GD Star Rating
loading...
GD Star Rating
loading...
Read More