Posts made in maggio, 2010

Let’s Movie XIX

Let’s Movie XIX

Cari i miei Moviers,

Ringraziamo un’ennesima volta Mat per aver accompagnato il Board alla proiezione di A SERIOUS MAN. Fellow Mat, se Let’s Movie indisse un Let’s Movie Best-of-Ever Award (BOE), tu saresti un papabile… Tuttavia il Board non ama questo genere di competion interne, considerandole possibili foriere di malcontento fra i Moviers. Inoltre, se indisse un Let’s Movie BOE, per coerenza, dovrebbe anche indire un Let’s Movie WOE ? Worst-of-Ever… E viste le numerose assenze della maggior parte dei Fellows, il Board avrebbe davvero l’imbarazzo della scelta nell’annunciare il vincitore di questa seconda, abbietta, categoria… Chi ha orecchie per intendere, intenda, naughty Fellows…

Quanto al film dei Coen, si è rivelato una rivelazione. Ammettiamo che non sia un film semplice o immediato. Ma non siamo nemmeno difronte a un caso di iper-cinefilismo estremo… Rubo a Mat l’espressione che ha sapientemente utilizzato per definire il finale, e be’, metonimicamente, tutto il film: un coitus interruptus (!). Ma un coitus interruptus che non deriva da uno sviluppo teleologico, progressivo, della storia, bensì dall’insensatezza della vita, che è proprio così, imprevedibile e illogica, e che spesso, proprio per questo, ti lascia con un sussulto smorzato in gola…Coitus interruptus, appunto.
La particolarità di questo film, my Fellows, è il fatto che finisce iniziando, o finendo inizia, as you like it… Come dicevamo, non c’è lo scioglimento dell’intrico che contraddistingue il percorso canonico degli eroi classici delle narrazioni mitologiche, cinematografiche o letterarie. In A SERIOUS MAN il finale si riavvolge su se stesso ? la linea si riaggroviglia…. All’orizzonte del protagonista spunta un brutto male, spunta un tornado ? si torna al punto di partenza, anzi, peggio del punto di partenza!
Che la complicazione non preveda una risoluzione ? che la linea ridinventi spirale ? è dura da digerire, per noi umani cercatori-di-perché… E lo spettatore è costretto a prendere atto di questa assoluta, dolorosa, fatale mancanza di senso della vita e delle magagne che la scandiscono (Camus docet).
In realtà gli spunti sarebbero innumerevoli ? l’incomunicabilità tra gli individui (ma i dialoghi fra lui e la moglie? Fra lui e il figlio?!), la maledizione che sembra perseguitare il protagonista dopo una vita passata in una mediocrità ancor più straziante delle rogne che gli capitano…
Consiglio ai miei Moviers: accompagnare SEMPRE il Board alle proiezioni per evitarvi le analisi iper-verbose ipo-funzionali di cui sopra…

Ma veniamo alla programmazione di questa settimana.
Siamo particolarmente lieti di proporre:

LA NOSTRA VITA
di Daniele Lucchetti
Italia, 2010, 95’
Astra
Mercoledì
Ore 21:30

..e di riproporre:

L’UOMO CHE VERRA’
di Giorgio Diritti
Italia, 2009, 117’
Supercinema Vittoria
Giovedì
Ore 21:00

Il Board presenzierà senz’altro al film di Lucchetti, che ci ha rappresentato al Festival di Cannes 2010, e cercherà di esserci anche al film di Diritti.
Moviers, vi aspetto, dai… Non mi costringete a istituire il WOE Award…
Riassunti in calce e ringraziamenti di cuore.

Saluti cinematografici,

Let’s Movie
The Board

LA NOSTRA VITA: Claudio è un operaio edile di trentanni che lavora in uno dei tanti cantieri della periferia romana. E sposato, ha due figli, ed è in attesa del terzo. Il rapporto con sua moglie Elena è fatto di grande complicità, vitalità, sensualità. All’improvviso, però, questa esistenza felice viene sconvolta: Elena muore e Claudio non è preparato a vivere da solo. Rimuove il dolore e sposta il suo lutto nella direzione sbagliata: pensa solo a sfidare il destino, e a dare ai figli e a se stesso quello che non hanno avuto finora: il benessere, i soldi, i capricci, le vacanze, in una parola le cose. Per risarcire la sua famiglia, si caccia in un affare più grosso di lui e quando capisce che da solo non può farcela, si vede costretto a rivolgersi agli unici di cui si fida: la sorella troppo materna, il fratello timido e imbranato, il pusher vicino di casa.

L’UOMO CHE VERRA’: Inverno, 1943. Martina, unica figlia di una povera famiglia di contadini, ha 8 anni e vive alle pendici di Monte Sole. Anni prima ha perso un fratellino di pochi giorni e da allora ha smesso di parlare. La mamma rimane nuovamente incinta e Martina vive nell’attesa del bambino che nascerà, mentre la guerra man mano si avvicina e la vita diventa sempre più difficile, stretti fra le brigate partigiane del comandante Lupo e l’avanzare dei nazisti. Nella notte tra il 28 e il 29 settembre 1944 il bambino viene finalmente alla luce. Quasi contemporaneamente le SS scatenano nella zona un rastrellamento senza precedenti, che passerà alla storia come la strage di Marzabotto.

GD Star Rating
loading...
GD Star Rating
loading...
Read More

Let’s Movie XVIII

Let’s Movie XVIII

My dear Moviers,

First thing first, diamo il benvenuto a un nuovo Fellow dal mondo CREATE-NET: please meet Federico Facca!
Come già anticipato, caro neo-Movier Federico, Let’s Movie è un’amabile dittatura dove il Board tende a  bacchettare con cadenza settimanale…. Sappi che il Board si mostra UN TANTINO severo solo per il bene cinematografico dei suoi Moviers che, per quanto frequentemente latitanti, non può fare a meno di amare alla follia…

Il ringraziamento della settimana va al nostro Bollywood-addicted Mat, che ha presenziato alla visione di COSA VOGLIO DI PIU’. Grazie Mat ? anche per aver subito il commento live di un quanto mai loquace Board… ? e grazie anche alla Giuly Giuly per aver incoraggiato i Fellow Moviers alla visione del film.

Questa settimana il Board gongola particolarmente nel proporvi:

A SERIOUS MAN
di Joel ed Ethan Coen
USA, Gran Bretagna, Francia 2009, 105’
Supercinema Vittoria
Giovedì, ore 21:00

Il Board gongola particolarmente perché si perse il film quando uscì nelle sale lo scorso novembre ? onta di cui il Board si è macchiato nonostante l’ammirazione per i fratelli Coen (fratelli Coen versione GRANDE LEBOWSKY e NON È UN PAESE PER VECCHI, e NON versione PRIMA TI SPOSO POI TI ROVINO… Giusto per mettere i puntini sulle i…).

Sperando che anche voi Fellows abbiate la stessa onta da candeggiare,  vi aspetto giovedì… Se invece siete solo pigri, vi avvisiamo che il Board ha cominciato a raccogliere i vostri indirizzi e a pianificare incursioni domiciliari con successivo trasferimento in sala ? trasferimento forzato o meno, you choose…(poi non si dica che il Board non è per il libero arbitrio…).
Ancora e sempre ? Federico please note ? Fellow avvisato, mezzo salvato….
Riassunto in calce, my BELOVED Moviers, e grazie dell’attenzione!
Saluti cinematografici,

Let’s Movie
The Board

A SERIOUS MAN: A Serious Man racconta la storia della ricerca di chiarezza da parte di un uomo comune che vive in un’epoca accompagnata dalla musica dei Jefferson Airplane e dalle immagini televisive di F-Troop. Siamo nel 1967, e Larry Gopnik, professore di fisica in una tranquilla università del Mid West, è appena saputo da sua moglie Judith che lei ha deciso di lasciarlo poiché si è innamorata di Sy Ableman, un uomo a suo avviso molto più concreto e importante dell’inetto Larry. Il fratello disoccupato di Larry, Arthur dorme sul divano di casa loro, il figlio Danny ha seri problemi disciplinari e non combina nulla alla scuola ebraica mentre la figlia Sarah gli ruba costantemente i soldi dal portafogli per potersi rifare il naso…

GD Star Rating
loading...
GD Star Rating
loading...
Read More

Let’s Movie XVII

Let’s Movie XVII

Cari Moviers,

Incipit trionfale in onore di Matteo detto Mat! La presentazione di TANDOORI LOVE, nonché il dibattito post-proiezione ? moderato e gestito linguisticamente in maniera egregia ? hanno reso il Board molto molto orgoglioso del suo Bollywood-addicted Fellow (il Board è persino pronto a soprassedere sulla ripetizione di “binomio”, fai tu, Mat…).

Ringraziamo di cuore Daniele detto D, Giuly Giuly e Pilo, Sarunas e Kristina per aver presenziato alla proiezione e, ovviamente, la cara Zumizu, superba organizzatrice e presenza imprescindibile del Trento Film Festival. Il Board è commosso e fiero ? sappiamo per altro che le Moviers Mic&Cap avrebbero voluto partecipare, ma purtroppo un impegno di lavoro le ha costrette a Roma.

Per la settimana, Let’s Movie ripropone:

COSA VOGLIO DI PIU’
di Silvio Soldini, Italia 2010, 121’
Mercoledì
Cinema Astra
Ore 21:30

Le minestre riscaldate non piacciono a Let’s Movie… Tuttavia, i pareri contrastanti sul film, e la scarsa offerta settimanale, spingono il Board a fare un’eccezione e a riscodellare COSA VOGLIO DI PIU’.
Sperando di vedervi numerosi come venerdì scorso (lo spettacolo di tanti Moviers all together ha mandato il Board letteralmente in solluchero, sappiatelo…), vi ringrazio dell’attenzione e vi riporto il riassunto in calce.
Saluti cinematografici.

Let’s Movie
The Board

COSA VOGLIO DI PIU’: Anna è diventata tutto quello che ci si aspettava da lei: ha un impiego modesto ma sicuro, è vitale, affettuosa con la famiglia, gli amici e con il suo compagno Alessio, col quale ha deciso di avere un bambino. Quello che le manca forse è proprio il coraggio di prendersi una responsabilità definitiva verso il suo futuro. Quando Domenico irrompe nella sua vita però tutti quei contorni svaniscono e per la prima volta mette a fuoco l’amore, quello fatto di desiderio e passione. Ma l’amore spesso ha a che fare con linee nette e confini.

GD Star Rating
loading...
GD Star Rating
loading...
Read More

Let’s Movie XVI

Let’s Movie XVI

Cari Moviers,

Per prima cosa, ringraziamo Mic, Cap e Alice (nonché Antonio) per aver corso la maratona letteraria di giovedì sera. Ci scusiamo con la Zumizu per aver desisitito all’altezza del decimo km, ma un infortunio all’adduttore ci ha costretto ad abbandonare la gara… Il Board s’impegna a lavorare sulla propria resistenza e a fare meglio l’anno prossimo…
Questa settimana Let’s Movie propone:

COSA VOGLIO DI PIU’
di Silvio Soldini, Italia 2010, 121’
Martedì, ore 21:30
Cinema Astra

TANDOORI LOVE
di Oliver Paulus, Svizzera/Germania/Austria 2008, 92’
Venerdì, ore 21:30
Cinema Modena, sala 2

Let’s Movie ? per questa settima ancora Let’s-Movie-to-the-Mountains ? è particolarmente orgoglioso di invitarvi alla proiezione di TANDOORI LOVE, film che rientra nel programma del Trento Film Festival, e che il nostro Fellow Matteo detto Mat presenterà al pubblico in qualità di esperto del cinema DI e SU Bollywood.
Precisiamo che Mat non si limiterà a una semplice introduzione, ma offrirà una disamina approfondita delle dinamiche proposte dal film e si assumerà il ruolo quanto mai delicato di gestire la presenza del regista in sala….
Tranquillo Mat, il Board è un burlone 🙂 e si diverte a stuzzicare la tua performance anxiety, ma è ben consapevole della tua preparazione cinematografica  e non ha dubbio alcuno del successo che riscuoterai!
Il Board è particolarmente fiero di questo circolo virtuoso creatosi fra Trento Film Festival e Let’s Movie nelle persone della Zumizu e di Mat, e si raccomanda affinché TUTTI i Fellow Moviers accorrano alla proiezione.

Confidando nel vostro spirito di fratellanza, vi riporto i riassunti in calce e vi ringrazio, sempre.
Saluti  cinematografici.

Let’s Movie
The Board

COSA VOGLIO DI PIU’: Anna è diventata tutto quello che ci si aspettava da lei: ha un impiego modesto ma sicuro, è vitale, affettuosa con la famiglia, gli amici e con il suo compagno Alessio, col quale ha deciso di avere un bambino. Quello che le manca forse è proprio il coraggio di prendersi una responsabilità definitiva verso il suo futuro. Quando Domenico irrompe nella sua vita però tutti quei contorni svaniscono e per la prima volta mette a fuoco l’amore, quello fatto di desiderio e passione. Ma l’amore spesso ha a che fare con linee nette e confini.

TANDOORI LOVE: il film narra l’incontro d’amore fra un’avvenente cameriera svizzera e il cuoco personale di una diva del cinema indiano. Teatro della vicenda è un pittoresco villaggio dell’Oberland bernese dove, negli anni recenti, sono già state ambientate diverse produzioni della cinematografia di Bollywood.

GD Star Rating
loading...
GD Star Rating
loading...
Read More