Let’s Movie XX

Let’s Movie XX

My dear Fellows,

Due ? e dico due ?  nuovi Moviers!
Please welcome Christopher Done, from CREATE-NET!
Chris, as already mentioned, Let’s Movie is a cine-dictatorship, which combines cinema and movement ? your Board suggests a movie, you move out from home and come to watch the movie. Nothing more, nothing less. The club is as unpretentious as sought-after ? be proud to be a Movier…

Diamo il benvenuto anche a Fabio Casati, Professore alla Facoltà d’Ingegneria! Fellows, smettete di chiedervi come mai un Professore della Facoltà d’Ingegneria voglia entrare in Let’s  Movie… Diciamo solo che galeotto fu un tamponamento nei trascorsi del vostro Board…

È con grande piacere che questa settimana il Board ringrazia i Fellows presenti alla proiezione di LA NOSTRA VITA, nello specifico: la Zumizu, Daniele detto Dan, Federico detto FF e l’ultimo arrivato Chris.  La Zumizu ha incarnato alla perfezione lo spirito di Let’s Movie, trascinandosi fuori casa alla velata minaccia del Board “vieni o ti ammazzo”; Daniele detto D ha raggiunto l’Astra dopo una pessima tempura ? le pessime tempure, si sa, sono  la maggior causa di diserzione-eventi dal secondo dopoguerra in poi; Federico si è scapicollato con un’amica pur di arrivare armato di block-notes; Chris ha accettato il pacchetto Let’s Movie a scatola chiusa. Tanta etereogenità nella vostra partecipazione mi commuove, Fellows. Grazie davvero.

Dato che questa settimana si apre il Festival dell’Economia (3-6 giugno), che la nostra Fellow Fausta organizza magistralmente, Let’s Movie propone un titolo collocato all’interno della programmazione del Festival:

CAPITALISM: A LOVE STORY
di Michael Moore
USA 2009, 120’
Giovedì
Ore 21:00
Astra

Cogliamo l’occasione per incoraggiarvi a frequentare il sito del Festival, http://2010.festivaleconomia.eu/, e i tanti eventi organizzati. Brava Fausta, siamo tutti con te!

Prima di salutarvi, il Board deve rivolgere una comunicazione ufficiale alla Fellow Paola detta Pao ? non l’avete mai vista in carne e ossa, Moviers, ma data la criminale latitanza di cui si è macchiata, il suo viso campeggia da mesi sui manifesti “Wanted: Dead or Alive”…

Pao, il Board ti aveva promesso SEX AND THE CITY 2 questa settimana… Nonostante l’ammirazione per l’omonima serie, per le Manolo Blahnik, e per la spettacolare gonna pervinca (sì, Mat, pervinca) indossata da Sarah Jessica Parker in una scena del trailer, Let’s Movie, dopo aver constato la svolta iper-trash dell’universo “Sex and the City”, si vede costretto a cassare il film. Il Board s’impegna tuttavia a organizzare serata Let’s Movie At Home quando uscirà il dvd.
Ringraziandovi ancora della partecipazione a LA NOSTRA VITA, vi lascio con il riassunto del film in calce e con dei saluti cinematografici particolarmente cinematografici.

Let’s Movie
The Board

CAPITALISM: A LOVE STORY: riporta Michael Moore ad affrontare il problema che è al centro di tutta la sua opera: l’impatto disastroso che il dominio delle corporation ha sulla vita quotidiana degli americani (e, quindi, anche del resto del mondo). Dalla Middle America fino ad arrivare ai corridoi del potere a Washington e all’epicentro finanziario globale di Manhattan, Michael Moore porterà ancora una volta gli spettatori su una strada inesplorata. Con umorismo e indignazione, “Capitalism: A Love Story” di Michael Moore esplora una domanda tabù: qual è il prezzo che l’America paga per il suo amore verso il capitalismo? Anni fa, quell’amore sembrava assolutamente innocente. Tuttavia, oggi il sogno americano sembra sempre più un incubo, mentre le famiglie ne pagano il prezzo, vedendo andare in fumo i loro posti di lavoro, le case e i risparmi. Moore ci porta nelle abitazioni di persone comuni, le cui vite sono state stravolte, mentre cerca spiegazioni a Washington e altrove. Quello che scopre sono dei sintomi fin troppo familiari di un amore finito male: bugie, maltrattamenti, tradimenti… e 14.000 posti di lavoro persi ogni giorno. “Capitalism: A Love Story” rappresenta una summa delle precedenti opere di Moore, ma è anche uno sguardo su un futuro nel quale una speranza è possibile.

GD Star Rating
loading...
GD Star Rating
loading...

Leave a Reply