Posts made in Ottobre 18th, 2010

Let’s Movie XL

Let’s Movie XL

GLI AMORI FOLLI
di Alain Resnais
Francia, 2009, 104’
Supercinema Vittoria
Giovedì 21/Thursday 21
Ore 21:00/9:00 pm

Oh my darling, oh my darling, oh my darling Fellow Moviers,

Sono particolarmente felice di cominciare con i nostri ringraziamenti di rito questo Let’s Movie XL (che non è la taglia di Let’s Movie ? che Let’s Movie porta la S ? ma il numero romano per 40, o così almeno dice la tabella su Wikipedia).

Mercoledì il Board comincia a sentirsi Tapino-Board già verso le 6:00 pm, vista la sfilza di defezioni raccolte. Poi alle 8:55 pm (notate, il film iniziava alle 9:15 pm) riceve una telefonata nientepopopodimenoche dall’Anarco-Zumi, non solo prontissima a vedere il film, ma anche a guidare la Let’s Movie Limo downtown Trento e passare a prendere il Board. Una volta all’Astra, indovinate un po’ chi trovano l’Anarco-taxi-driver e il Board-passenger?! Ma loro, i nostro amati Cine-Baywatchers!! La Fellow Giuls e il Fellow Pilo, scattanti&scalpitanti! Il Board ha prontamente tolto il dorso della mano dalla fronte (=modalità “Tapino”) ed è prontamente passato al sorriso inebetito (=modalità “Cannot-believe-these-Moviers-are-so-great”).

Purtroppo “Una sconfinata giovinezza” ci ha lasciato tutti un po’ delusi ? specie l’Anarzo-zumi, che sta organizzando una marcia di protesta black-block per combattere l’artificiosità dei bambini nel cinema avatiano. Io rimango dell’opinione che Avati sia un po’ troppo sopravvalutato nel nostro paese. L’ottimo “Il papà di Giovanna” non può certo far dimenticare film che mi hanno sempre lasciato un po’ perplessa ? “Quando arrivano le ragazze?”, “La cena per farli conoscere”, “La prima notte di nozze”, bah… A discolpa del regista ? ma NON a difesa ? la volontà di affrontare un argomento delicatissimo e pericoloso. Quando si sceglie la malattia come soggetto per un film, il rischio è quello di cadere nei tre -ismi di sempre ? buonismo, pietismo, semplicismo. Ma anche qui potrei portare l’esempio di “Iris” (Richard Eyre, 2001) un film speciale con Judie Dench e Kate Winslet che tratta l’Alzheimer e che di buonista, pietista e semplicista non ha nulla.

I ringraziamenti della settimana vanno anche ai Trèsh Piccoli Porcellin di Let’s Movie ? Anarco-Zumi, WG Mat e Andy The Situation Phelbs ? che martedì hanno aderito al programma “Feed-the-Baby-Blog” ingozzando il piccolo di commenti e contro-commenti!

Il junk food con cui l’hanno imbottito mi dà modo di fare una comunicazione ufficiale in merito a un plan che Andy The Situation ha sottoposto al Board mercoledì davanti a un MOjito e a un MOscato ? strategia MOMO molto astuta, lo riconosciamo, Movier Andy…

Da qui a breve ? lazy WG Mat permettendo ? sul sito di Let’s Movie troverete un’area chiamata “Let’s B-Movie”, un angolo trash in cui potrete riversare tutto quello che di più trash vorrete riversarvi ? i Trèsh Piccoli Porcellin di cui sopra saranno assidui frequentatori, ne siamo certi. Let’s Movie è molto niemeyeriano in questo (i due Fellows architetti capiranno…): vuole essere uno spazio onnicomprensivo, che contiene tutto ? centro e periferia, discorsi alti e zozzerie. Del resto ogni città ha le sue Banlieue, i suoi Bronx, quindi perché negare Let’s B(Banlieue/Bronx)Movie? E il Board promette di non comportarsi come Parigi 2005…

Insieme alla nuova zona B-Movie, inaugureremo a breve ? lazy WG Mat ripermettendo ? un nuovo parking-lot virtuale chiamato “MovieLines”, in cui parcheggeremo (tutti!) le citazioni più assurde, improbabili, bislacche, in una parola le più done, dei film che andiamo a vedere. Il paking-lot sarà dedicato alla Honorary Member Mic, che l’ha fortemente voluto dopo la battuta più colossale della cinematografia contemporanea ? il marito all’amante ne “Il Nastro bianco”: “Ma perché non muori?”.

Un anonimo Fellow dalla prigrizia proporzionale alla sua vecchiaia non biologica, ha inoltre richiesto gentilmente al Board che il riassunto del film settimanale sia accompagnato anche dal link al trailer. Il Board, che oltre ad essere ciòvane e magnanimo è anche smodatamente compassionevole, mosso a pietà dalla condizione interiormente senile del Fellow, farà in modo di aggiungere il link a youtube. (…Sì, le scritte sui muri che vedete laggiù sono sempre le stesse: “Board Santo Subito”…).

Questo per farvi notare come il Board stacchetta&bacchetta, pressa&stressa, ma anche sente&acconsente… And this is very done.

Ma veniamo al film della settimana…

GLI AMORI FOLLI
di Alain Resnais

Presenza obbligatoria con raccolta firma dei frequentanti per questa “commedia sospesa tra poesia e assurdo” che ha costretto alle risate e a una standing ovation fuori programma il pubblico chi-chi di Cannes al Festival del Cinema 2009.

Quindi Oh my darling, oh my darling, oh my darling Fellow Moviers, il Board conta su di voi per combattere l’ostilità esistenziale del freddo trentino. E ricordate, è proprio ora, con la neve all’orizzonte e il riscaldamento a palla, che Let’s Movie ha senZo…

Quindi… Be Tough ? Be Moviers.

Riassunto in calce, a zillion thanks, e saluti architettonicamente cinematografici.

Let’s Movie,
The Board

GLI AMORI FOLLI: Un portafoglio perso e poi ritrovato apre la porta – ma solo di uno spiraglio – a un’avventura romantica tra Georges e Marguerite. Dopo aver guardato i documenti contenuti all’interno di un portafoglio smarrito, Georges non riuscirà a riconsegnarlo alla polizia e a non pensarci più. Né sarà facile per Marguerite resistere alla tentazione di sapere chi sia l’uomo che lo ha ritrovato. Attraverso i rituali di ringraziamento previsti dal protocollo sociale, le loro tranquille esistenze saranno investite da una turbolenza.
http://www.youtube.com/watch?v=-EVyN8wUWtA

GD Star Rating
loading...
GD Star Rating
loading...
Read More