Let’s Movie Goes To Brussels

Let’s Movie Goes To Brussels

Waiting for your comments!

(No pressure, but still…)

Let’s Movie
The Board

GD Star Rating
loading...
GD Star Rating
loading...
Let’s Movie Goes To Brussels, 10.0 out of 10 based on 1 rating

2 Comments

  1. Grazie della comprensione!

    Io ci aggiungerei anche un bell’IC che ha pensato di appiopparmi presentazioni per la mattina dopo, e un grazie a Fed che me l’ha fatta per il 95%…
    Mi sento molto colpevole non tanto per non essere andato a questo fantastico cinema nel cuore pulsante pescioso di Bruxelles, ma per essere dovuto rimanere in hotel in compagnia di un pigiama anticoncenzionale e non aver potuto fare proprio altro se non inventarsi cazzate da sparare il giorno dopo…

    Comunque, esattamente come la peperonata letàs movie to brussels si ripropone la prossima volta che ci si fa un salto, e anzi sto lavorando a un let’s movie to londo o addirittura una variazione di Musick nella perfida Albione.

    La diaspora è iniziata! Cambiate canale subito!

    Current score: 0
    GD Star Rating
    loading...
    GD Star Rating
    loading...
  2. Sentendomi tirato (leggermente) in causa, mi ispiro al Garibaldi di Bezzecca e rispondo ‘Obbedisco!’. Il Board vuole un commento e, dunque, commento sia.
    La storia era nata cosi’. Dovendo passare ben sei-giorni-sei in quel di Bruxelles, e ritrovandomi in compagnia di numerosi moviers (tra cui il fido Mat), si era pensato di organizzare (via di mezzo tra frutto della globalizzazione del XXI secolo e una zingarata alla Amici Miei), “Let’s Movie Goes to Brussels”. Ora, e’ gia’ tanto (e mi stupisco non poco) che questo non sia stato interpretato dall’AB (Arcigno Board, o ARCI-Board, a seconda dei punti di vista. Come? Amorevole  Board?? Ma quando mai, no, no, non e’ cosi’, il Board e’ naughty by nature…) come un tentativo di rivolta in chiave anarco-insurrezionalista (zumi docet). Ma tant’e’, a volte, nella vita, ci vuole un po’ di fortuna (o di culo, se vogliamo usare un francesismo).
    Comunque, senza insistere in troppe digressioni, possiamo dire che ‘Let’s Movie Went to Brussels’. Certo, l’Actor’s Studio nella Petite Rue des Bouchers non sara’ il tempio del cinema d’essai, ma ha un’aria vagamente francese che non e’ poi male. E la birra che servono (e che ti permettono di portare in sala, noblesse oblige) aiuta. Tocca tuttavia, in questo quadretto idilliaco, cazziare amabilmente il Movier Mat (e consigliare all’ARCI-Board di prendere le dovute misure in ambito WOE…), che ha preferito un PigiamaAnticoncezionaleInBeautySleep alla proiezione de ‘La DoPPia Ora’. Prevedendo la sonora cazziata dell’AB, pero’, esprimiamo la nostra solidarieta’ maschile al povero Mat (chi tra noi ometti etero non avrebbe poi fatto la stessa cosa??). Comunque, tanto per tornare a bomba, alla visione c’era anche la surprise Elio (no, non quello col monociglio che cantava il Vitello dai Piedi di Balsa, quello e’ un altro), che approfittava della lontananza dal pupo x concedersi una serata cinematografica. Il film, devo dire, e’ carino. Molto carino. Un’atmosfera strana, un po’ lugubre e a volte vagamente inquietante, oscillante tra il sogno e il son desto. Ma sicuramente ne valeva la pena.

    Current score: 0
    GD Star Rating
    loading...
    GD Star Rating
    loading...

Leave a Reply