Posts made in Novembre 1st, 2010

Let’s Movie XLII

Let’s Movie XLII

ANIMAL KINGDOM
di David Michod
Australia, 2009, 113’
Mercoledì 3/Wednesday 3
21:45/9:45 pm
Astra

Moviers, corazones di mi vida,

Do subitissimo il benvenuto alla new entry della squadra di CREATE-NET, Francesco detto Fra(nz) (NZ per distinguerlo dall’altro Fra, il nostro Movier di casa Capozzi) e di Sara, sua moglie.

Welcome on board,  new Fellows! (Come avrete notato, in questo periodo il parlato del Board accusa delle strane interferenze spagnoleggianti, e ama ricorrere all’incoraggiamento iberico “Andale Andale Andale!”).

Mercoledì scorso la sala dell’Astra coi famosi divanetti dell’ammmooore ha ospitato una mega crew di Moviers-in-love! Ringraziamo Andy The Sitution Phelbs, sceso dall’aereo e arrivato dritto a Let’s Movie trolley-munito (con Board e Anarco-zumi hostess d’eccezione); il WG Mat rimessosi nell’ordine delle idee che a Let’s Movie vige l’obbligo di frequenza; l’Anarco-zumi, addirittura in anticipo (l’Anarco-zumi in anticipo non si vedeva dai tempi dell’ultimo concerto di Renato Zero); e in pieno stile Let’s Movie on-the-move, il Sergente Fed FFF (back on call!), la Fellow Fata Jes e il Fellow D ? quest’ultimo reo di aver costretto la Fata in una picchiata olimpica per rimediare al proprio ritardatarismo cronico.

Una sfida sportiva ai limiti dell’umano potrà FORSE ripulire la Let’sMovie-coscienza del Fellow Iak-the-Mate dall’onta dell’assenza…

Il Board gongola ancora per il successo che HOWL ha riscosso tra i chicos Moviers… Le aspettative, per una volta, non sono state disattese. Consigliamo caldamente di leggere il commento postato dall’Anarco-zumi: riassume alla perfezione i punti di forza di un film che vince una sfida tostissima: raccontare LA Poesia raccontando UNA poesia attraverso il racconto di un poeta. Lo spettatore si muove benissimo lungo il percorso formale del film, percorso che è triangolare nella forma, reale-immaginifico nel contenuto ? percorriamo il segmento della vita di Ginsberg, il segmento del processo al poema, il segmento di “Howl” in una progressione strutturalmente regolare ed equilibrata. Ho trovato felicissima la scelta caduta sul linguaggio animato per tradurre in immagini grafiche le immagini immaginate che proliferano nel testo “Howl” ?  scelta tanto azzardata quanto azzeccata, a mio avviso: l’animazione mantiene quella fluidità sintetica unica e inspiegabile che caratterizza le immagini evocate dalla poesia. Non è questione di visionarietà ? God, quanto si è abusato di ‘sto termine nella critica cinematografica??! A me piace parlare di flusso figurativo, concatenazione d’immagini nate nella poesia e sbocciate nel film in ricercatissimi fotogrammi animati (alcuni shots erano davvero dei piccoli capolavori artistici)… Insomma, tutto molto done… Come dimenticare foreste falliche, corpi nudi elettrizzati colti in amplessi acrobatici, stazioni deserte e druggies agonizzanti sotto cieli in fiamme? Come dimenticare i c***i dei nonni dell’Arkansas?!?

Molto done anche le chiacchiere post-proiezione al sapor di passito e merlot…

Questa settimana il Board è intrigato dalla prospettiva di afferrare la mazza e demolire la famiglia Mulino-Bianco, mattone dopo mattone, proponendovi

ANIMAL KINGDOM
di David Michod

ANIMAL KINGDOM si è aggiudicato il premio come miglior film al Sundance Film Festival lo scorso gennaio, e venerdì è stato presentato fuori concorso al Festival del Cinema di Roma, dove ha raccolto l’entusiasmo della critica. I Moviers non vorranno mica farsi scappare questa pellicola a metà strada fra il thriller poliziesco e il dramma psicologico con alto tasso di tensione cerebrale?? (Questo che sento è silenzio assenso, vero Moviers?!?!).

Muchas graçias, guapos Fellows, riassunto in calce e saluti ibericamente cinematografici.

Let’s Movie
The Board

ANIMAL KINGDOM: Josh rimasto solo, dopo la morte della madre, è costretto a trasferirsi da sua nonna e dai suoi zii. E’ il violento ingresso di Josh nella vita adulta, che per lui sarà la vita del clan familiare, un clan di gangster pericolosi, i suoi zii, che rispettano solo la forza, come nel regno animale. Josh è ancora giovane e debole, e cerca di mantenersi ai margini. Ma quando la polizia, per vendetta, uccide il più vulnerabile dei sui zii, si ritrova nel bel mezzo del conflitto.

GD Star Rating
loading...
GD Star Rating
loading...
Read More